Biografia

DSCN1914

Salvo Misseri nasce a Palermo il 15 Gennaio 1982.

-Nel 2009 consegue presso la Facoltà di Legge la laurea in Scienze Giuridiche con votazione finale di 92 su 110.
– Frequenta nel 2010/11  un master di I° Livello in Relazioni industriali, diritto del lavoro e sicurezza sociale”presso la facoltà di Giurisprudenza di Palermo
-Nel 2013 si abilita come Consulente del lavoro

Nel corso della sua esperienza universitaria coltiva diversi interessi, ricopre per due mandati la carica di rappresentante degli studenti, partecipa attivamente a  due testate giornalistiche universitarie ricoprendo la carica di direttore, conduce, inoltre, due programmi radiofonici universitari.

La sua passione innata per la pittura l’accompagna da sempre. Inizia a dipingere ad olio all’età di 12 anni, senza fermarsi, da semplice autodidatta, fermamente convinto di non seguire un corso di studi ad indirizzo artistico, ma studiare in maniera autonoma i vari testi artistici e vivendo la pittura come libertà e pura evasione.

– Nel Maggio 2007 espone le sue opere in una personale presso i locali del Circolo Culturale Classico, in via f. Juvara 39, Palermo, suscitando un discreto interesse da parte del pubblico verso le sue opere.

– Nel Novembre 2007 espone sempre con una personale presso i locali dello Scacco Matto Cafè, con una mostra organizzata dal Rotaract  Club Palermo Parco delle Madonie, nel quale continua il suo studio verso le tematiche dell’uomo moderno all’interno della dimensione cittadina.

– Nell’Aprile 2009 dona una sua opera ad una associazione dell’università di Trapani la quale, colloca l’opera del Misseri nell’atrio dell’università dove tuttora la si può apprezzare.

Partecipa, destando curiosità, ad una estemporanea alla prima Notte Bianca di viale Strasburgo, nella quale un’emittente privata da rilievo all’opera realizzata e alla figura del giovane pittore.

26 Novembre – 28 Dicembre 2009 espone con una personale presso i locali dell’Agricantus Palermo organizzata dall’associazione La Giovane Sicilia, col patrocino della Provincia Regionale di Palermo

– l’11 Gennaio 2010 espone in una mostra collettiva presso i locali del Circolo Ufficiali di Palermo organizzata dal Rotary di Palermo

– Febbraio 2011 mostra collettiva di pittura concorso “Impegno d’Arte”, organizzata da Emiro Arte, presso la galleria civica Sciortino di Monreale

Marzo 2012 dona una sua opera al comune di Misilmeri per celebrare gli eventi che riguardarono le gesta dei Mille per  l’unificazione d’Italia. L’opera si trova esposta presso le stanze del sindaco.

– Settembre 2013 partecipa alle fasi finali del Concorso Il Segno, mostra internazionale di Pittura, organizzata dalla galleria Zamenhof presso Palazzo della Racchetta, Ferrara

14 -27 Febbraio 2014 partecipa alla mostra collettiva di pittura “L’amore in tutte le sue espressioni”, organizzata da Emiro Arte, presso la cripta di San Giorgio dei Genovesi, Palermo

-7- 12 Aprile 2014  Collettiva d’arte “Artisti all’ombra del Duomo”, presso l’ex Monastero dei Benedettini, Monreale, organizzata da Comitati Civici Monreale

-30 Novembre – 22 Dicembre 2014 personale di pittura presso Fermata Centotrentasette, via d.Tripepi 137, Reggio Calabria, organizzata da Fermata 137 in collaborazione con AIS Reggio Calabria.

Vi sono vari cicli pittorici nel suo percorso.

Nel primo nelle sue tele rappresenta con forza allegorica la realtà in cui vive l’uomo di oggi, dove la dimensione cittadina tende ad intercalare l’uomo in una sorta di moderno “ inferno dantesco”. Attraverso le cromature scure e i contrasti forti, rappresenta le figure umane come i dannati di un inferno, costituito dalla quotidianità della vita cittadina che annienta l’uomo.

 Le opere del ciclo  ” . . . comunicabilità/incomunicabilità ” Si può notare il richiamo della figura umana come manichino intercalato nella realtà odierna, dove i mezzi di comunicazione tendono ad isolare sempre di più l’uomo anziché diminuire le distanza tra individui.

Le sue opere  che fanno parte del ciclo ”  . . . metamorfosi in corso ” rievocano i miti delle metamorfosi di Ovidio riletti in chiave contemporanea, intercalando le tematiche del distacco, del mito, del ricordo, nostalgia, solitudine , amore all’interno dei contesti quotidiani.

Vive ed opera a Palermo.